Lettera che Abraham Lincoln inviò a all’insegnante di suo figlio il primo giorno di scuola

Mi sono imbattuto in un lettera che Abraham Lincoln inviò a all’insegnante di suo figlio il primo giorno di scuola.
Ve la rigiro:

«Il mio figlioletto inizia oggi la scuola: per lui, tutto sarà strano e nuovo per un po’ e desidero che sia trattato con delicatezza.
È un’avventura che potrebbe portarlo ad attraversare continenti, un’avventura che, probabilmente, comprenderà guerre, tragedie e dolore.
Vivere questa vita richiederà Fede, Amore e Coraggio.
Quindi, maestro caro, la prego di prenderlo per mano e di insegnargli le cose che dovrà conoscere.
Gli trasferisca l’insegnamento, ma con dolcezza, se può.
Gli insegni che per ogni nemico c’è un amico. Dovrà sapere che non tutti gli uomini sono giusti, che non tutti gli uomini sono sinceri.
Gli faccia però anche comprendere che per ogni farabutto c’è un eroe, che per ogni politico disonesto c’è un capo pieno di dedizione.
Gli insegni, se può, che 10 centesimi guadagnati valgono molto di più di un dollaro trovato; a scuola, o maestro, è di gran lunga più onorevole essere bocciato che barare.
Gli faccia imparare a perdere con eleganza e, quando vince, a godersi la vittoria.
Gli insegni a esser garbato con le persone garbate e duro con le persone dure.
Gli faccia apprendere anzitutto che i prepotenti sono i più facili da vincere.
Lo conduca lontano, se può, dall’invidia, e gli insegni il segreto della pacifica risata.
Gli insegni, se possibile, a ridere quando è triste, a comprendere che non c’è vergogna nel pianto, e che può esserci grandezza nell’insuccesso e disperazione nel successo.
Gli insegni a farsi beffe dei cinici. Gli insegni, se possibile, quanto i libri siano meravigliosi,
ma gli conceda anche il tempo di riflettere sull’eterno mistero degli uccelli nel cielo, delle api nel sole e dei fiori su una verde collina.
Gli insegni ad aver fede nelle sue idee, anche se tutti gli dicono che sbaglia.
Cerchi di infondere in mio figlio la forza di non seguire la folla quando tutti gli altri lo fanno.
Lo guidi ad ascoltare tutti, ma anche a filtrare quello che ode con lo schermo della verità e a prendere solo il buono che ne fuoriesce.
Gli insegni a vendere talenti e cervello al miglior offerente, ma a non mettersi mai il cartellino del prezzo sul cuore e sull’anima.
Gli faccia avere il coraggio di essere impaziente e la pazienza di essere coraggioso.
Gli insegni sempre ad avere suprema fede nel genere umano e in Dio.
Si tratta di un compito impegnativo, maestro, ma veda che cosa può fare.
È un bimbetto così grazioso, ed è mio figlio».

git stash

Capita di modificare codice nel branch sbagliato. Cosa fare? studiare come funziona git stash!
Riporto di seguito degli appunti a riguardo.


inserire i dati da spstare nello stage:

git add .

Migrare i dati nello stash (in un area copia):

git stash

ora lo stage e’ pulito tutto il suo contenuto e’ stato migrato nello stash


cambiare branch e visualizzare la lista degli stash

git stash list

per apportare le modifiche dello stash nel branch attuale:


git stash apply
o
git stash apply stash@{2}

Altri comandi utili:


git stash save “descrizione del codice”

per eliminare uno stash alla volta:
git stash pop
oppure
git stash drop stash@{2}

php7 & php8

sudo update-alternatives --config php

This brings up a prompt to interactively select the alternative PHP binary path that php points to.

There are 2 choices for the alternative php (providing /usr/bin/php).
Selection Path Priority Status

------------------------------------------------------------

* 0 /usr/bin/php8.0 80 auto mode
1 /usr/bin/php7.4 74 manual mode
2 /usr/bin/php8.0 80 manual mode

Press to keep the current choice[*], or type selection number:

To set the path without the interactive prompt:

update-alternatives --set php /usr/bin/php7.4

Viaggiare il mondo da casa

Una delle cose che mi piace fare la sera, prima che la giornata finisca del tutto e’ quella di viaggiare, magari partendo na un libro, poi approfondendo su Internet e magari visitando i posti con Oculus.

Oggi (cercando la Madonna di Vladimir) ho scoperto questo sito:

https://www.360cities.net/

Aggiorno con questo link sui campi elisi.. se vi va di fare un giro per i campi elisi come Massimo Decimo Meridio ne “IL GLADIATORE”

https://matterport.com/gallery/mitchell-caverns

https://matterport.com/